BLOG

 
MERCATO ARTE

Mercato dell’Arte Le opere più costose vendute all’asta nel 2017

27 Dic 2017, by Your Solution in ARTE, MERCATO DELL'ARTE

Mercato dell’Arte   Le opere più costose vendute all’asta nel 2017

Per gli appassionati del mercato dell’arte, è difficile immaginare 2017 viene ricordato come qualcosa di diverso da “quella volta in cui qualcuno ha acquistato un dipinto per $ 450 milioni.” La vendita di Leonardo da Vinci ‘s Salvator Mundi per quasi mezzo miliardo di dollari, nonostante alcuni mormorii su la sua autenticità e la massiccia ristrutturazione, stabiliscono un nuovo record globale. È arrivato solo pochi mesi dopo che il collezionista giapponese Yusaku Maezawa ha speso 110,4 milioni di dollari (tutti i prezzi includono le tasse se non diversamente specificato) su un dipinto di Jean-Michel Basquiat , spodestando Andy Warhol come l’artista americano più costoso all’asta.

C’erano molti altri oggetti di grande valore venduti all’asta nel 2017 – abbastanza di loro, infatti, per segnalare che i più ricchi del mondo stanno cominciando a sentirsi più a proprio agio aprendo le loro unità di stoccaggio di freeport e scambiando tessere di otto e nove cifre tra ancora una volta, dopo un calo del mercato nel 2015 e un 2016 segnato da lamentele su una carenza di offerta.

1. Leonardo da Vinci, Salvator Mundi (1500 circa), venduto per $ 450 milioni

Leonardo da Vinci, Salvator Mundi, c.  1500. Per gentile concessione di Christie & # x27; s.

Leonardo da Vinci, Salvator Mundi , c. 1500. Per gentile concessione di Christie’s.

Christie’s ha portato il marketing a un nuovo livello, poiché ha lanciato Salvator Mundi come “l’ultimo da Vinci in mani private”, portando il pezzo in un tour mondiale da San Francisco a Hong Kong e commissionando un annuncio della massima agenzia Droga5 che non mostrava pittura a tutti Nel quartier generale della casa d’aste a New York, l’opera era esposta da sola in una stanza elegante dalle pareti nere che creava un senso di spettacolo e riverenza. Le folle si sono rivelate, con alcune persone che aspettano più di un’ora per vedere il lavoro. Se il prezzo elevato è dovuto alla commercializzazione, il prestigio, o qualche torbide regione geopolitica del Golfo, non lo sapremo mai, ma il dipinto è stato riferito, acquistata dal principe ereditario saudita Mohammed bin Salman Al Saud e saranno esposte presso il nuovo ‘Louvre Abu Dhabi.

2. Qi Baishi, Twelve Landscape Screens (1925), venduto per $ 140,8 milioni

Dodici piccoli dipinti a pennello d’inchiostro di Qi , Twelve Landscape Screens , venduti a dicembre per 140,8 milioni di dollari (931,5 milioni di yuan) a Poly Beijing, stabilendo un record per un’opera d’arte cinese venduta all’asta. Una delle sue opere, Eagle on Pine Tree (1950), era stata venduta nel 2013 per $ 55 milioni a Pechino, e vari pezzi di Qi venduti per oltre $ 230 milioni nel 2016, secondo The Guardian .

3. Jean-Michel Basquiat, Untitled (1982), venduto per $ 110,4 milioni

Jean-Michel Basquiat, Untitled, 1982. Per gentile concessione di Sotheby's.

Jean-Michel Basquiat, Untitled , 1982. Per gentile concessione di Sotheby’s.

La grande e intensa tela di un teschio su uno sfondo blu acceso non era stata esposta pubblicamente in 35 anni, secondo Sotheby’s, ed era stata nella collezione di Emily e Jerry Spiegel da quando è stata acquistata da Christie’s nel maggio 1984 per $ 19.000 . Fu consegnato a una delle due figlie della coppia, in seguito alla morte del signor e della signora Spiegel nel 2009. Le offerte iniziarono a $ 57 milioni, una somma che all’inizio sembrò un po ‘sfacciata, e traeva dalla folla dei mormorii. I mormorii si trasformarono in un rantolo mentre quella figura, e con essa la storia di Basquiat, si ritirò nella storia e l’offerta aumentò vertiginosamente. Quasi immediatamente dopo la caduta del martelletto, Yusaku Maezawa ha pubblicato una foto su Instagramdi se stesso preso con il suo premio durante un precedente viaggio per vederlo a New York. “Quando ho incontrato per la prima volta questo dipinto, sono rimasto colpito da tanta eccitazione e gratitudine per il mio amore per l’arte. Voglio condividere questa esperienza con quante più persone possibili “, ha scritto. L’acquisto da parte di Maezawa di $ 110,4 milioni e un precedente acquisto da parte di Basquiat del 2016, sono entrambi destinati all’esposizione pubblica in Giappone.

4. Vincent van Gogh, Laboureur dans un champ(1889), venduto per 81,3 milioni di dollari

Vincent van Gogh, Laboureur dans un champ, 1889. Per gentile concessione di Christie's.

Vincent van Gogh, Laboureur dans un champ, 1889. Per gentile concessione di Christie’s.

Il paesaggio abbagliante di Van Gogh Laboureur dans un champfu dipinto ai primi di settembre del 1889 dopo che il suo dottore gli permise di tornare alla pittura dopo una serie di crolli mentali. Il dipinto raffigura il punto di vista di van Gogh dal suo asilo nel sud della Francia e proviene dalla collezione di miliardari del Texas, Nancy Lee Bass e Perry Richardson Bass. Inserito nel blocco senza garanzia alla vendita di impressionisti e arte moderna di Christie’s New York a novembre, è stato necessario un salto anticipato da $ 44 milioni a $ 55 milioni, per gentile concessione di un cliente al telefono con il presidente di Christie per le Americhe Marc Porter. Il dipinto alla fine è stato martellato a 72 milioni di dollari, arrivando a 81,3 milioni di dollari con tasse, circa un milione di dollari di 82,5 milioni di dollari, grazie a un vivace scambio tra il presidente di Christie’s Asia Rebecca Wei e Porter, alla fine con l’offerente di Wei .

5. Fernand Léger, Contraste de formes (1913), venduto per $ 70 milioni

Fernand Léger, Contraste de formes, 1913. Per gentile concessione di Christie's.

Fernand Léger, Contraste de formes, 1913. Per gentile concessione di Christie’s.

Come il dipinto di Van Gogh, anche Contraste de Formes di Léger è andato in vendita senza garanzia nella vendita di novembre a New York a Christie’s, in seguito ad un imbarazzo per la vendita di Londra all’inizio di ottobre quando un lotto di stelle, un dipinto di Francis Bacon del 1971 , fallì per raggiungere la sua riserva e è andato invenduto in assenza di una garanzia. La tela di Léger, dipinta in un momento cruciale nella carriera dell’artista, non solo è stata venduta per $ 70 milioni, ma ha battuto il record dell’artista, precedentemente fissato a $ 39,2 milioni da La femme en bleu (studio) (1912-13) in una vendita del 2008 da Sotheby’s a New York.

6. Andy Warhol, Sixty Last Suppers (1986), venduto per $ 60,8 milioni

Andy Warhol, Sixty Last Suppers, 1986. Per gentile concessione di Christie & # x27; s.

Andy Warhol, Sixty Last Suppers , 1986. Per gentile concessione di Christie’s .

La massiccia Sixty Last Suppers di Warhol mostra 60 rendering in bianco e nero della famosa rappresentazione di Leonardo da Vinci dell’ultimo pasto di Gesù Cristo. Il lavoro, offerto alla vendita serale di Christie’s New York del dopoguerra e dell’arte contemporanea a novembre, è stato stimato in 53 milioni di dollari. Ha martellato dopo una serie di offerte relativamente brevi a $ 56 milioni, o $ 60,8 milioni con tasse: circa $ 1 milione per l’Ultima Cena.

7. Gustav Klimt, Bauerngarten (1907), venduto per 59,3 milioni di dollari

Gustav Klimt, Bauerngarten, 1907. Foto via Wikimedia Commons.

Gustav Klimt, Bauerngarten , 1907. Foto via Wikimedia Commons.

Quasi un quarto del totale alla primavera di Sotheby’s London Impressionist and Modern total è stato portato dalla vivace scena del giardino di Klimt , Bauerngarten , che ha venduto per poco meno di £ 48 milioni, o $ 59,3 milioni, un record per un paesaggio del secessionista viennese artista e il terzo prezzo più alto per qualsiasi opera d’arte venduta all’asta in Europa. È stato garantito per vendere, essendo stato sostenuto da un garante di terze parti. Due collezionisti asiatici hanno inseguito la tela, ma sono andati allo specialista della casa per l’Austria, poiché il curatore viennese Alfred Weidinger aveva previsto che Artsy avrebbe potuto farlo.

8. Constantin Brancusi, La musa endormie(1913), venduto per 57,3 milioni di dollari

Per gentile concessione di Christie & # x27; s.

Per gentile concessione di Christie’s.

La musa endormie , una scultura in bronzo a forma di uovo di una testa la cui superficie parzialmente dorata ha un effetto opaco e screziato, in contrasto con i ben noti lucidi e lucidati bronzi di Brancusi , ha battuto la sua stima tra $ 25 milioni e $ 35 milioni. Ha venduto per $ 57,3 milioni alla vendita serale di Christie’s Impressionist and Modern a maggio e ha stabilito un nuovo record per l’artista. Il sito web della casa d’aste indicava che questo lotto era garantito da una garanzia di terze parti, la cui aggiunta tardiva avrebbe probabilmente portato la stima dai suoi iniziali $ 20 milioni a $ 30 milioni che erano stati indicati nel catalogo dell’asta stampata.

9. Cy Twombly, Leda and the Swan (1962), venduto per $ 52,8 milioni

Alla vendita serale di Christie’s New York sull’arte post-bellica e contemporanea che si è tenuta a maggio, la vivace tela di Twombly Leda and the Swan è passata dai bassi $ 30 milioni fino a $ 47 milioni di martelli, o $ 52,8 milioni con il premio dell’acquirente, un risultato nella sua stima compresa tra $ 35 milioni e $ 55 milioni. Dipinto durante gli anni dell’artista a Roma, il lavoro è apparso in vendita per la prima volta in 30 anni.

10. Francis Bacon, Tre studi per un ritratto di George Dyer (1963), venduto per $ 51,7 milioni

Il trittico di Bacon un tempo apparteneva al famoso scrittore di libri per bambini Roald Dahl prima di passare al venditore che lo mise sul mercato da Christie’s a maggio, dove lo vendette per un totale di $ 51,7 milioni, o $ 46 milioni prima del premio dell’acquirente. Ciò non corrispondeva alla stima del lavoro, fornita su richiesta, per un importo superiore a $ 50 milioni. Il ritratto è stato il primo dipinto dell’amante e musa di Bacon, che secondo (probabilmente falso) leggenda ha incontrato l’artista mentre tentava di irrompere nel suo studio.

FONTE: Art Market 

LEAVE A COMENT