Your Solution | Quali tasse sulla donazione? - Your Solution
protezione,tutela,pianificazione,futuro,pensione,previdenza,accantonamento,rischio,morte,vita,pac,assicurazione,protezione famiglia,protezione azienda,tutela patrimonio,private insurace,consulenza,welfare,welfare evoluto,finanza,investire,soluzioni finanziarie,portafoglio,gestione,polizza,risparmio,fiscalità,figli,diversificazione,personalizzazione,sicurezza,successione,eredità,tfr,innovazione,lps,impignorabile,insequestrabile,prestazione,responsabilità cda,tassazione,franchigie,aliquote,riservatezza,programmare,pianificare,tutela,testamento,olografo,patrimonio,titoli,gestione azionaria,fondi,fondi quotati,etf,box assicurativo,salute,polizza sanitaria,polizza vita,tcm,
protezione, tutela, pianificazione, futuro, pensione, previdenza, accantonamento, rischio, morte, vita, pac, assicurazione, protezione famiglia, protezione azienda, tutela patrimonio, private insurace, consulenza, welfare, welfare evoluto, finanza, investire, soluzioni finanziarie, portafoglio, gestione, polizza, risparmio, fiscalità, figli, diversificazione,personalizzazione,sicurezza,suiccessione,eredità,tfr,innovazione,lps,impignorabile,insequestrabile,prestazione,responsabilità cda,tassazione,franchigie,aliquote,riservatezza,programmare,pianificare,tutela,testamento,olografo,patrimonio,titoli,gestione azionaria,fondi,fondi quotati,etf,box assicurativo,salute,polizza sanitaria,polizza vita,tcm,
3006
single,single-post,postid-3006,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,large,shadow3

BLOG

 
tasse donazione

Quali tasse sulla donazione

Imposta sulle donazioni: i regali fatti tra coniugi, figli e genitori non si tassano fino a un milione di euro.

Il fisco è tentacolare e, spesso, gli obblighi con l’erario si nascondono dietro gesti e operazioni che compiamo quotidianamente, anche nella più completa buonafede.

Ti sarà certamente capitato di ricevere in donazione un oggetto prezioso come un gioiello o un quadro; di ottenere in regalo un’auto o una cucina per la tua nuova casa; di ricevere un bonifico sul conto corrente di una somma di denaro da parte di un familiare, un parente o un amico.

E, probabilmente, ti sarai anche chiesto, in tali circostanze, se di tali elargizioni devi informare l’Agenzia delle Entrate o se, comunque, è necessario pagare le imposte.

Come bisogna orientarsi in questi casi?

Quali tasse sulla donazione sono previste dalla legge? Cercheremo di scoprirlo in questo breve articolo.

Come funziona la donazione

La donazione è sicuramente il contratto più utilizzato all’interno delle famiglie. Anche se non si mette “nulla per iscritto” e non si firma una scrittura privata, nel momento in cui il padre regala anche 50 euro a un figlio o il marito compra un’auto intestandola alla moglie si realizza un contratto di donazione.

Contratto che, è vero, richiede sempre il consenso del donatario, ma questo può essere espresso anche tacitamente, limitandosi a ricevere o utilizzare il bene donato.

Per le donazioni di «valore non modico» c’è bisogno però di andare dal notaio con due testimoni e firmare l’atto pubblico, pagando peraltro l’imposta di bollo e di registro (diversamente la donazione è nulla e può essere impugnata, da qualsiasi controinteressato, senza limiti di tempo).

Invece per tutte le altre donazioni che hanno ad oggetto beni o denaro di valore esiguo rispetto alle possibilità economiche del donante e del donatario, non c’è bisogno del notaio e tutto si può regolarizzare – come appena detto – anche con la semplice consegna del bene donato.

Secondo la Cassazione [1], una donazione non effettuata con atto pubblico è nulla, anche se risulta da un bonifico.

Se hai letto la guida su come Donare soldi o beni senza alcun costo saprai che non c’è bisogno di pagare le tasse sulla donazione se si tratta di «donazione indiretta».

La donazione indiretta è quella che viene fatta quando il donante, anziché donare il bene al donatario, gli consegna i soldi per acquistarlo oppure paga direttamente il venditore affinché intesti il bene al donatario; l’esempio più classico è il caso del padre che acquista la macchina per il figlio e versa l’assegno al concessionario o compra la prima casa alla figlia e versa, sul conto di quest’ultima, la somma da corrispondere alla ditta di costruzioni.

Leggi anche Come si scrive un contratto di donazione.

Quali tasse sulla donazione?

Veniamo ora al capitolo più delicato: quello dell’imposta sulle donazioni, la quale è regolata da una legge del 1990 [1]. Per calcolare le tasse sulla donazione è necessario prima porsi due domande: chi è il donatario e qual è il valore della donazione. Infatti, in base a questi due parametri, l’imposta sulla donazione può variare notevolmente.

Donazione in generale

In generale, su qualsiasi donazione si paga un’imposta pari all’8% del valore del bene donato. Tanto per fare un esempio, su un bene del valore di 1milione di euro, l’imposta sulla donazione è pari a 80mila euro.

Donazione tra coniugi

Se la donazione avviene tra marito e moglie, l’imposta sulla donazione è pari al 4% del valore del bene, ma la tassazione scatta solo se il suddetto bene ha un valore superiore a 1milione di euro (cosiddetta franchigia). In pratica l’aliquota del 4% si applica sul valore eccedente il milione di euro per ciascun beneficiario. Per esempio se si dona al coniuge un quadro da 2,3 milioni di euro, il 4% si applica a 300mila euro.

Donazione tra figli e genitori

Se la donazione avviene tra figli e genitori (sia in un verso che nell’altro), si applicano le stesse regole della donazione tra coniugi. L’aliquota sulla donazione è quindi del 4% ma scatta solo se il valore del bene supera 1milione e si applica solo all’eccedenza. Quindi su un bonifico di 900 mila euro non si pagano tasse di donazione, mentre su un bonifico di 1.100.000 euro si paga solo il 4% di 100mila euro.

Donazione tra nonni e nipoti

Stesso discorso per le donazioni tra nonni e nipoti e, comunque, tra tutti i parenti in linea retta: le tasse sulla donazione sono del 4% ma con la franchigia di 1milione di euro.

Donazioni tra fratelli e sorelle

Se donatari sono fratelli e sorelle del donante, l’aliquota della tassa sulla donazione è al 6% del valore del bene donato. In questo caso la franchigia scende a 100mila euro. Ad esempio, se si dona al coniuge e a due fratelli, in parti eguali un terreno edificabile da 4,5 milioni, il coniuge è tassato col 4% di 500mila euro, mentre ciascun fratello è tassato col 6% di 1,4 milioni.

Donazioni tra cugini e parenti fino al quarto grado

In caso di donazione ad altri parenti del donante fino al quarto grado (ad esempio, un cugino), l’aliquota da applicare al valore donato è del 6% e, in questo caso, non è prevista alcuna franchigia (per cui l’imposizione scatta anche per un bene di poche centinaia di euro).

Donazioni tra affini

Se la donazione avviene tra affini in linea retta (il genero, il suocero) o affini in linea collaterale fino al terzo grado (un cognato), le tasse sulla donazione sono le stesse di quelle previste tra parenti fino al quarto grado: si applica un’aliquota del 6% senza franchigie (per cui l’imposizione scatta anche per un bene di poche centinaia di euro).

Donazioni tra conviventi non sposati

I conviventi non sposati, né uniti in una unione civile si applicano le tasse sulla donazione previste tra estranei, ossia con aliquota all’8% senza franchigie. 

Donazioni a portatori di handicap grave

La tassa sulla donazione è dell’8% ma con una franchigia di 1,5 milioni di euro, anche se non ci sono rapporti di parentela tra donante e donatario.

Come si calcola il valore del bene donato?

Abbiamo appena visto le diverse aliquote dell’imposta sulla donazione da applicare in ragione al grado di parentela e al valore del bene. Ma come si calcola il valore del bene? Il valore cui applicare le predette aliquote è, di regola, il valore «corrente» dei beni donati ossia quello di mercato. Nessun problema si pone per le donazioni di denaro, essendo questo già determinato nel suo ammontare; stesso discorso per i titoli quotati in Borsa che andranno considerati per il valore della loro quotazione al giorno della donazione. Per tutti gli altri beni potrebbe essere necessario effettuare una perizia: si pensi alla quota di una società.

fonte: lalleggepertutti

LEAVE A COMENT