BLOG

 
Pandemic Bond e Coronavirus

Coronavirus e Pandemic Bond

11 Mar 2020, by Your Solution in educazione finanziaria, financial literacy, Pandemic Bond

Coronavirus e Pandemic Bond

Come funzionano i Pandemic Bond

Come spiega Altroconsumo, nel 2017 la BM ha emesso due bond, per un totale di 320 milioni di dollari, con scadenza 15 luglio 2020.

Pandemic Bond e Coronavirus

Clausole pronte a scattare su 320 milioni di dollari di “pandemic bond”

Questi titoli pagano cedole molto alte, ma come contropartita pongono delle condizioni assai onerose: se prima della scadenza di metà 2020 scoppieranno delle pandemie, i detentori dei bond (banche e gestori) si vedranno rimborsare solo una parte del capitale, o addirittura perderanno tutto.

I bond emessi dalla Banca Mondiale sono due. Il primo, da 225 milioni di dollari, è legato solo alle pandemie di influenza o Coronavirus, e per far scattare il taglio al rimborso serve, tra le altre cose, che ci siano almeno 2.500 vittime in un Paese, più almeno 20 in un altro.

Il secondo bond, per 95 milioni di euro, è legato a una gamma più ampia di casistiche (Ebola e altre) e il taglio ai rimborsi, almeno in parte, scatta già quando le vittime sono 250.

Il primo bond, meno “rischioso” per chi ci investe, paga un tasso del 7,5%, il secondo del 12,1%.

Le condizioni che fanno scattare il taglio al rimborso del bond sono talmente complicate che serve un’apposita società per certificarle: è l’americana Air Worldwide Corporation. Società, tra l’altro, privata.

FONTE: QUI FINANZA 

L’epidemia di coronavirus Covid-19, ora definita “pandemia” dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), farà scattare con ogni probabilità le clausole su 320 milioni di dollari di “pandemic bond” emessi nel 2017 dalla Banca Mondiale.

Per gli investitori che hanno sottoscritto i titoli si profila quindi la perdita del capitale, che sarà utilizzato per finanziare la lotta contro il virus nei Paesi più poveri.

Per capire quando e se questo effettivamente avverrà bisogna attendere in primo luogo la data del 24 marzo, quando terminerà il periodo di 12 settimane dalla dichiarazione di avvio dell’epidemia di coronavirus (fissato dall’Oms al 31 dicembre 2019), che ha già superato i criteri richiesti in termini di diffusione e mortalità.

Non ha invece di fatto alcun rilievo la dichiarazione di pandemia arrivata oggi.

FONTE: IL SOLE 24 ORE 

LEAVE A COMENT