BLOG

 
FRODE

“Ho perso 3,6 milioni di BRL in una truffa di bitcoin”

21 Set 2021, by Your Solution in #Caffè&Finanza, AIEF, BITCOIN, BITCOINS, BLOCKCHAIN, Protezione Patrimonio, token, TRADING ON LINE, Trading Online, TRUFFA, TRUFFE ON LINE

“Ho perso 3,6 milioni di BRL in una truffa di bitcoin”

Il 44enne uomo d’affari britannico Naveed Saghir è laureato e maestro in informatica. Gestisce con successo anche la propria attività di installazione di home theater nel nord ovest dell’Inghilterra.

Dopo una vita di duro lavoro, risparmi regolari e saggi investimenti, all’inizio di quest’anno ha risparmiato l’equivalente di 3,6 milioni di R$ in bitcoin.

Tuttavia, è stato ingannato da truffatori online che hanno rubato tutti i suoi soldi.

“Ho distrutto la mia vita, sono cambiata in peggio e devo avvertire le persone: se può succedere a me, può succedere a chiunque”, dice Naveed.

Ora ha una missione.

FRODE

Ciò si verifica quando le vittime vengono indotte con l’inganno a dare soldi a persone che offrono investimenti falsi ma spesso molto convincenti con la promessa di grandi profitti.

Lottando per superare il danno emotivo di vedere i suoi piani svanire con un futuro finanziario in rovina, vuole condividere la sua storia per cercare di impedire agli altri di diventare vittime.

“Ho gestito la mia attività per 20 anni e sono sempre stato molto attento con i soldi”, spiega.

‘Falsi investimenti’

Naveed è stato vittima di un tipo di frode noto come “truffa di investimento”.

Ciò si verifica quando le vittime vengono indotte con l’inganno a dare soldi a persone che offrono investimenti falsi ma spesso molto convincenti con la promessa di grandi profitti.

Bitcoins

CREDITO,GETTY IMAGES

Didascalia foto,Naveed è stata vittima di un tipo di frode noto come “truffa di investimento”

“Stavo guardando video su YouTube quando mi sono imbattuto in un annuncio che offriva l’opportunità di investire in azioni e ho compilato un modulo per chiedere maggiori informazioni”.

“Il giorno dopo, ho ricevuto una chiamata da qualcuno che si è presentato come un agente del servizio clienti e ho pagato $ 350 (R $ 1.800) per iniziare a investire”.

“Il giorno dopo mi hanno chiamato di nuovo, questa volta è stato qualcuno che si è descritto come il mio account manager e mi ha dato un nome utente e una password per un sito web aziendale estremamente attraente.”

Naveed ha effettuato il suo primo pagamento alla fine di maggio. Era il primo capitolo di un incubo che avrebbe causato il suo crollo finanziario.

I truffatori gli hanno presto fatto credere a nuove bugie, promettendogli maggiori profitti. Quando ha iniziato a perdere soldi, era convinto che li avrebbe riottenuti tutti e in quantità maggiori.

Alla fine di agosto, Naveed ha consegnato 25.000 dollari statunitensi (131mila R$) e 14,25 in bitcoin, per un valore di circa 690mila dollari statunitensi (3,6 milioni di R$), secondo il valore attuale della criptovaluta. .

“Ancora non riesco a ricordare come siano riusciti a ingannarmi”, dice Naveed. “Non lo so”.

Naveed Saghir

CREDITO,NAVEED SAGHIR

(Didascalia foto)Naveed Saghir sostiene che la frode gli ha rovinato la vita

Nel Regno Unito, diverse ONG hanno chiesto l’inclusione di pubblicità fraudolenta nell’Online Security Act, che sarà presto preso in considerazione dal parlamento britannico.

L’Institute for Monetary Policy and Mental Health ha avvertito che milioni di utenti di Internet, in particolare quelli con problemi di salute mentale, corrono il rischio di perdere denaro o informazioni personali sensibili a causa dei truffatori.

Giustizia?

Lisa Forte, che lavora per la società di sicurezza informatica Red Goat Cyber ​​Security, afferma che non solo è improbabile che Naveed riesca a recuperare parte dei suoi soldi, ma che vedrà fatta giustizia.

“Anche se la polizia avviasse un’indagine, il che è improbabile, anche se trovassero i criminali responsabili, il che è altamente improbabile, cosa dovrebbero fare quando i criminali si trovano in un altro paese in cui la polizia britannica non ha giurisdizione?”

“Non c’è praticamente nessun caso a cui rivolgersi per quanto riguarda il bitcoin. È una forma di valuta che opera al di fuori della regolamentazione del denaro ‘normale’ e quindi, poiché non è regolamentato, la protezione del consumatore semplicemente non esiste”.

Forte raccomanda tre cose che le persone possono fare per cercare di proteggersi e impedire che la loro famiglia e i loro amici diventino vittime.

“In primo luogo, ricerca qualunque cosa tu faccia per posizionare le tue risorse. Ci sono molte fonti affidabili.

Due, capisci cos’è il bitcoin, come dovresti con qualsiasi investimento; ricerca come funziona e scopri i pro e i contro.

Terzo, se qualcuno dice che può usare il suo investimento per realizzare un grande profitto in un breve lasso di tempo, è allora che dovrebbe suonare l’allarme. Le piattaforme di investimento legittime non fanno quel tipo di promessa”.

FONTE: BBC

LEAVE A COMENT