BLOG

 
telegram ICO

ICO di Telegram per il lancio della sua criptovaluta “Gram” è fallita

03 Lug 2020, by Your Solution in CRIPTOVALUTA, Initial Coin Offering

Telegram pagherà 18,5 milioni di dollari e restituirà 1,2 miliardi di dollari a seguito delle accuse di criptovaluta della SEC

La società deve restituire $ 1,2 miliardi di investimenti e pagare una multa di $ 18,5 milioni.

telegram ICO

L’offerta iniziale di Telegram per il lancio della sua criptovaluta “Gram” è fallita. La Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha annunciato oggi che, al fine di risolvere le accuse di violazione delle leggi federali sui titoli, ha ordinato a Telegram di restituire più di $ 1,2 miliardi ai suoi investitori e di pagare una pesante sanzione di $ 18,5 milioni per l’avvio.

L’offerta iniziale di Telegram per il lancio della sua criptovaluta “Gram” è fallita.

La Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha annunciato oggi che, al fine di risolvere le accuse di violazione delle leggi federali sui titoli, ha ordinato a Telegram di restituire più di $ 1,2 miliardi ai suoi investitori e di pagare una pesante sanzione di $ 18,5 milioni per l’avvio.

 

Nell’agosto dell’anno scorso, Telegram ha promesso che la sua valuta Gram appena annunciata – che avrebbe operato con una struttura decentralizzata simile a Bitcoin – sarebbe pronta entro il 31 ottobre 2019.

Poiché l’iniziativa è nata in gran parte da un giro di investimenti di $ 1,7 miliardi nel 2018, Telegram ha affermato che se non avesse consegnato Grammi entro la fine di ottobre, avrebbe restituito il denaro agli investitori.

Quindi era già in controtendenza.

Venuta a metà ottobre, tuttavia, la SEC era intervenuta, ottenendo un ordine restrittivo temporaneo contro la società.

L’agenzia ha detto che Telegram non ha registrato l’offerta con il suo ufficio e, poiché vede Grams come titoli, ha accusato la compagnia di violare il Securities Act del 1933.

Poi, a marzo, la Corte distrettuale degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York emise un’ingiunzione preliminare che vietava la consegna di Grammi.

E ora la SEC ha emesso il suo giudizio finale.

“Le imprese nuove e innovative sono le benvenute per partecipare ai nostri mercati dei capitali, ma non possono farlo in violazione dei requisiti di registrazione delle leggi federali sui titoli”, ha affermato Kristina Littman, capo dell’unità informatica della divisione di applicazione della SEC.

“Questo accordo richiede a Telegram di restituire fondi agli investitori, impone una sanzione significativa e richiede a Telegram di comunicare future offerte digitali”.

Telegram, nel frattempo, ha accettato la penalità senza ammettere o negare qualsiasi illecito.

Non è ancora chiaro se Telegram rivedrà la sua iniziativa Gram in futuro – se lo farà sicuramente lo farà sotto l’occhio vigile della SEC – ma l’episodio illustra i più ampi problemi che le aziende affrontano nel far decollare la criptovaluta.

Il servizio di messaggistica Kik è stato anche giudicato responsabile della vendita di token “Kin” senza il dovuto rispetto delle leggi sui titoli, mentre la valuta di Facebook, la Bilancia, ha dovuto affrontare un intenso controllo da parte dei funzionari, portando a continui ritardi nel lancio.

FONTE : ENGAGET

LEAVE A COMENT