BLOG

 
dona il 49% delle quote ai dipendenti

Imprenditore dona il 49% delle quote ai dipendenti

09 Gen 2020, by Your Solution in educazione finanziaria, passaggio generazionale, passaggio generazionale dell'impresa

Imprenditore dona il 49% delle quote ai dipendenti

Nel giorno di Santa Lucia dona metà delle azioni della società ai dipendenti.

Un gesto d’affetto, ma soprattutto di stima per i suoi collaboratori quello di Giorgio Bona, 70 anni, titolare della Simmy di Romano, azienda specializzata nel confezionamento di abiti per le più rinomate maison di moda

Quest’azienda — spiega Bona — è la mia famiglia e quel gesto è il primo passo di un passaggio di testimone alla nuova generazione che deve portarla avanti e continuare a farla crescere.

Per questo ho deciso di associare i sei dipendenti che ritengo più meritevoli»

Ho già detto loro — conclude l’imprenditore — che con il tempo avranno anche il resto delle azioni. Non ho figli e credo che non ci sia niente di più bello che dare continuità all’azienda.

Sono persone capaci e alla guida degli altri dipendenti sapranno affrontare le sfide del futuro».

Un passaggio del testimone fatto sull’esempio del padre Plinio che, mezzo secolo prima, fece lo stesso con l’imprenditore oggi 70enne. «Sono originario di Biella — racconta —.

I Bona hanno sempre avuto un animo imprenditoriale e allora avevamo un maglificio.

Era il 1970 e mio papà aveva 58 anni quando ha deciso di creare la Simmy scegliendo di aprirla a Romano perché ai tempi era una zona depressa e comportava dei vantaggi fiscali.

Io non sapevo quasi dove fosse Romano. Pensavo ad altro, di anni ne avevo 20 e a Biella c’erano tutti i miei amici e gli affetti. Pensavo all’Italia che doveva giocare con la Germania ai Mondiali, avrebbe vinto 4-3. L’anno prima mi ero diplomato in ragioniera ed ero appena tornato da Londra dopo 12 mesi spesi a imparare l’inglese.

In teoria sarei dovuto partire per un altro anno in Germania per imparare il tedesco, ma non me la sentivo.

Fu allora che mio padre mi responsabilizzò donandomi il 49% della nuova azienda».

(segue)

FONTE:  BERGAMO CORRIERE

 

 

 

 

LEAVE A COMENT