BLOG

 
nascite 2021

L’Istat per il 2021 – Culle sempre più vuote.

25 Nov 2020, by Your Solution in #Caffè&Finanza, educazione finanziaria, ISTAT

Culle sempre più vuote. L’Istat per il 2021 stima che le nascite possano scendere sotto le 400 mila

I 420 mila nati registrati in Italia nel 2019, che già rappresentano un minimo mai raggiunto in oltre 150 anni di Unità Nazionale, potrebbero scendere, secondo uno scenario Istat aggiornato sulla base delle tendenze più recenti, a circa 408 mila nel bilancio finale del corrente anno – recependo a dicembre un verosimile calo dei concepimenti nel mese di marzo – per poi ridursi ulteriormente a 393 mila nel 2021.

FONTE: QUOTIDIANOSANITA

nascite 2021

L’Istat per il 2021 stima che le nascite possano scendere sotto le 400 mila

Istat comunica che nel 2021 i nuovi nati potrebbero sfondare al ribasso la soglia dei 400.000. In Italia dovrebbero nascere 393 mila bambini, un nuovo minimo storico.

Mai accaduta una cosa del genere. Il grafico è inesorabile oltre che mostrare in modo chiaro una specie di suicidio demografico.

Siamo un paese che invecchia, muore, perde la speranza. Con tutto quello che comporta in termini di squilibri economici e di welfare. Sul lungo periodo chi sosterrà le pensioni? Con questi numeri tra 15 anni un italiano su tre avrà più di 65 anni.

Beati i nostri genitori che hanno vissuto il boom degli anni ’60, dove tutto pareva possibile, anche fare figli con la sicurezza che avrebbero avuto un futuro dignitoso. Oggi di certezze non ce n’è nemmeno l’ombra. Lavoro precario, tutele inesistenti, sussidi giusto per tamponare, zero progettualità sulla forma che vogliamo dare al paese nei prossimi 20 anni.
Considerato che, in media, ogni anno muoiono 650.000 persone, significa che ogni 365 giorni sparisce una città da quasi 300.000 abitanti. Verona, Catania, Messina… puff. Scomparse.

 

(Credits  Dario Donato)

LEAVE A COMENT