BLOG

 
Le 5 lire del 1956

Monete rare e da collezione: dalle vecchie Lire agli Euro rari, ecco quelle che valgono migliaia di euro

01 Gen 2021, by Your Solution in #Caffè&Finanza, COLLEZZIONISMO, educazione finanziaria, financial literacy, FINANZA ABC - il Risparmio di Oggi e' il Pane di Domani, Maurizio Poli -Educatore Finanziario, MONETE RARE

Monete rare e da collezione: dalle vecchie Lire agli Euro rari, ecco quelle che valgono migliaia di euro

Le 5 lire del 1956

Anche le “vecchie” lire possono rivelarsi estremamente preziose.

Quelle che hanno un reale valore per i collezionisti sono però quelle coniate durante gli anni 50.
All’epoca, le 5 lire erano tutt’altro che rare.

Oggi, vale la pena andarle a cercare in fondo ai cassetti dei nonni perché un collezionista è disposto a pagarle anche 2.000 euro, se in ottimo stato e se del 1956. Queste infatti furono coniate in soli 400 mila esemplari, rendendole di fatto oggi piuttosto rare.

Scendendo invece di 10 anni, fino al 1946, troviamo la moneta da 5 lire coniata dalla neonata Repubblica italiana. Sul rovescio compare un grappolo d’uva, sul dritto compare il profilo di una donna che regge nella mano una fiaccola.

La versione considerata rara è realizzata in un materiale detto Italma (Italiano Alluminio Magnesio), una delle leghe usate dalla Zecca, composto da alluminio, magnesio e manganese. Pesa 26,7 grammi e se è perfettamente conservata può valere anche 1.200 euro.

 

FONTE: CORRIERE

LEAVE A COMENT