BLOG

 
mutui tassi negativi

MUTUI – TASSI NEGATIVI

Le banche danesi propongono mutui a tassi negativi

E’ un passaggio storico, non era mai avvenuto. Jyske Bank ha annunciato mutui a 10 anni a tasso fisso negativo per lo 0,5%. Nordea Bank proporrà un mutuo a 20 anni allo 0%.

Bisogna però vedere quali altri voci, fra costi e commissioni, vengono addebitate da parte dell’erogatore
La Danimarca sta iniziando ad offrire mutui a tassi negativi.

Il Paese fa parte dell’Unione europea ma non dell’Eurozona e ha una propria banca centrale, che ha quasi azzerato il costo del denaro da anni (0,050%). Jyske Bank, terzo gruppo bancario del Paese, ha annunciato che intende offrire ai propri clienti mutui a 10 anni a a tasso fisso negativo per lo 0,5%.

Nordea Bank, invece, con sede in Finlandia, ha reso noto nei giorni scorsi che proporrà un mutuo a tasso fisso di 20 anni sul territorio danese che non addebita alcun interesse.

Inoltre l’istituto di credito si sta preparando per la possibilità di erogare prestiti fino a 30 anni con tassi negativi. Attualmente, i tassi sui mutui fissi a 30 anni sono in media dello 0,5% in Danimarca, in ogni caso molto bassi.

Un tasso di interesse del -0,5% significa che i clienti rimborseranno meno dell’importo preso in prestito. Un’abitazione che cosa 1 milione di euro, se pagata interamente tramite mutuo a 10 anni, vede il prestito rimborsato alla banca pari a 995.000 euro.

Bisogna però vedere quali altri voci, fra costi e commissioni, vengono addebitate da parte dell’erogatore.

Il cambiamento, però, da tassi positivi a negativi per i prestiti sulla casa, è storico.

“È un altro capitolo della storia dei mutui”, ha spiegato Mikkel Høegh, il responsabile dei mutui di Jyske Bank alla televisione danese, secondo quanto riportato dal Copenhagen Post.

“Qualche mese fa avremmo detto che ciò non sarebbe stato possibile e questo apre una nuova opportunità per i proprietari di case”, ha aggiunto.

Secondo il quotidiano The Local, Nordea Bank, il principale gruppo bancario della Scandinavia, ha detto che intende proporre un mutuo a tasso fisso di 20 anni con interesse dello 0%.

E l’agenzia americana Bloomberg ha aggiunto che alcuni istituti di credito danesi offrono mutui di 30 anni con un tasso dello 0,5%.

“Non è mai stato così conveniente prendere in prestito il denaro”, ha osservato Lise Nytoft Bergmann, capo analista di Nordea in Danimarca.

Se ne deduce che alcune banche sono disposte a prestare denaro a tassi negativi, accettando una piccola perdita anziché rischiare una perdita maggiore prestando denaro a tassi più elevati che i clienti non potrebbero soddisfare.

“È scomodo pensare che ci siano investitori disposti a prestare denaro per 30 anni e ottenere in cambio solo lo 0,5%”, ha aggiunto Bergmann.

“Un fatto che dimostra quanto gli investitori siano spaventati per la situazione attuale nei mercati finanziari e si aspettino che ci vorrà molto tempo prima che il quadro globale migliori”.

Allo stesso tempo, altri tassi a lungo termine sono ora pari o inferiori allo 0% in tutto il mondo.

Bloomberg ha calcolato che il 25% delle obbligazioni mondiali per un valore di oltre 14mila miliardi di dollari è già in territorio negativo e dalla scorsa settimana tutta la curva dei Bund, i titoli di debito tedeschi, è sotto zero fino all’emissione trentennale.

Un problema che hanno anche i governativi giapponesi. E ora anche gli economisti americani temono che i Treasuries (il titolo a 10 anni rende l’1,69%) finiscano in territorio negativo.

In Danimarca, i tassi ultrabassi da anni hanno causato un aumento dei prezzi delle case spingendo l’autorità di vigilanza finanziaria locale ad adottare misure per contrastare l’effetto e prevenire la formazione di una bolla immobiliare. Ora che le banche stanno cominciando a offrire tassi negativi, il problema di un surriscaldamento del settore può riproporsi.

FONTE: MILANO FINANZA

LEAVE A COMENT