BLOG

 
CERNOBBIO 2021

Quante opportunità dopo la crisi?

Evento: Dal Forum Ambrosetti segnali di ottimismo dopo la caduta causata dalla pandemia. Nel 2021 il Pil italiano potrebbe crescere del 6%. Ma non bisogna gioire troppo

CERNOBBIO 2021

Dal Forum Ambrosetti segnali di ottimismo dopo la caduta causata dalla pandemia.

Con la crisi provocata dalla pandemia il Pil mondiale ha registrato la peggior contrazione dal dopoguerra (-3,2%), ma si prospetta anche una forte prospettiva di ripresa del 6% per il 2021 e del 4,9% del 2022.

 

 

Per quanto riguarda l’Italia la stima del Pil per il 2021 al 4,9% (1.648 miliardi di euro) e per il 2022 al 4,4% (1.721 miliardi di euro); il Pil generato nel secondo trimestre 2021 ammonta a 413,6 miliardi di euro.

In Italia si è registrata anche una forte accelerazione dei consumi, soprattutto nel secondo trimestre 2021, trainata dall’acquisto di beni non alimentari (+4,4% rispetto al trimestre precedente).

I beni alimentari non mostrano una crescita così sostenuta (+0,6% nel secondo trimestre 2021), ma è altresì vero che nel 2020 si erano ridotti in misura molto minore.

Viene inoltre registrata una moderata ripresa dell’export nazionale; tra marzo e maggio 2021 l’export è aumentato del 6,1% rispetto ai tre mesi precedenti, sia considerando l’export intra-Eu che quello extra-Eu (+6,1% per entrambi).

E sono soprattutto i dati sul Pil a dare una sferzata di ottimismo ed ad emozionare la platea del Forum Ambrosetti.

«Il terzo trimestre – ha annunciato il Ministro Franco – sta andando bene e per fine anno l’Ufficio Parlamentare del Bilancio prevede un + 5,8% ma non possiamo escludere che a fine anno il Pil sia superiore” e cioè che sfiori o raggiunga il 6%. In linea con Draghi, il ministro getta acqua sul fuoco e spiega che “questo è un rimbalzo dopo la perdita del Pil più profonda del periodo post-bellico»…

LEGGI IL SERVIZIO COMPLETO SULL’EDIZIONE DI MONDO PADANO IN EDICOLA FINO A GIOVEDì 16 SETTEMBRE, OPPURE ABBONANDOTI SU WWW.MONDOPADANO.IT

LEAVE A COMENT